home

indice ceramisti

indice fabbriche

Alfredo BIAGINI QUOTAZIONI

Alfredo Biagini, scultore, decoratore e ceramista, nasce a Roma nel 1886 da una famiglia di illustri orafi romani.
A 19 anni studia architettura e scultura e nel 1909 si trasferisce a Parigi dove segue corsi di disegno e anatomia.
Torna a Roma nel 1912 e, vinto il concorso per il Pensionato Artistico Nazionale di Decorazione, si trasferisce a villa Strohl-Fern dove conosce e prende a frequentare alcuni artisti legati alla corrente secessionista romana.
Nel 1915 presenta alcuni lavori in ceramica alla Seconda Mostra della Secessione Romana e successivamente espone altri suoi lavori in varie occasioni guadagnandosi la fama di buon animalista.
Nel 1916 č di nuovo presente alla mostra romana "Secessione" con una scultura in marmo dal titolo "Amadriade", di forte sapore cubista.
Nel 1918 partecipa come scultore alla "Mostra d'Arte Giovanile" tenuta alla Casina Spillman del Pincio a Roma e organizzata dall'architetto Marcello Piacentini.
Nel 1921, alla Prima Biennale Romana, espone una serie di maioliche dipinte a gran fuoco, quasi tutte a soggetto animalista, prodotte dal "
Sindacato Industrie Artistiche Italiane" fondato da Agostino Colonnelli e marcate con la sigla "S.I.A.I."
Altri lavori dell'artista eseguiti tra il 1921 e il 1923 sono marcati "
S.I.P.L.A."
Negli stessi anni Biagini collabora con alcune manifatture faentine tra cui la "
Fratelli Minardi".
Nei primi anni Venti conosce la pittrice
Wanda Coen che diviene sua moglie.
Nel 1923 espone, partecipando al Gruppo Romano di
Duilio Cambellotti, alcune ceramiche alla I Mostra di Arti Decorative di Monza.
Dal 1927 collabora con l'architetto Piacentini decorando le sale di alcuni importanti teatri romani.
Negli anni successivi partecipa a varie Biennali di Roma e di Venezia e alla prima "Mostra del Novecento Italiano".
Nel 1928 vince un premio all'Esposizione Internazionale di Barcellona.
Nel 1929 espone al Salon des Tuilleries di Parigi una serie di sculture di animali
Nel 1930 organizza e cura la "I Mostra Nazionale dell'Animale nell'Arte" al Giardino Zoologico di Roma dove espone anche otto sculture.
Negli anni successivi continua la sua attivitą di scultore e decoratore tralasciando il lavoro di ceramista.
Nel 1939 esegue un fregio marmoreo per il Palazzo della Previdenza Sociale di Roma.
Al termine della seconda guerra mondiale partecipa, vincendolo insieme a Manzł, al concorso per l'esecuzione della porta della Basilica di S. Pietro.
Grande amico di Giorgio de Chirico espone con lui, nel 1945, alla Galleria San Silvestro di Roma.
Alfredo Biagini muore a Roma nel 1952 e nel 1954 Giorgio De Chirico organizza, al Circolo degli Artisti di via Margutta a Roma, una retrospettiva dell'illustre maestro.
Alcune ceramiche presentano marcate "SIAI" possono essere attribuite a Biagini

   
  VIDEO
Mostra Biagini al Circolo Artisti 1954

www.facebook.com/pages/Alfredo-Biagini/453578681499883?fref=ts

www.treccani.it/enciclopedia/alfredo-biagini_(Dizionario-Biografico)/

www.museoascona.ch/esposizioni.php?c=passate&esp_id=20&art_id=19&p=artisti

www.scuolaromana.it/artsti/biagini.htm