home

indice ceramisti

indice fabbriche

Torquato CASTELLANI a
Acquista il cd-rom
"Quotazioni d'Asta"

In questa scheda
n.: 1 lotto

Compra questa scheda
"Quotazioni d'Asta"

Nato a Roma nel 1846 Torquato Castellani discende da un'importante famiglia di orafi e antiquari romani.
Nel 1860 si trasferisce con la famiglia a Parigi dove collabora con il padre Alessandro nell'attivitā di orafo ed antiquario.
Nel 1862 la famiglia torna in Italia e il padre fonda a Napoli una scuola di oreficeria e un laboratorio di ceramica, affidandone la direzione a Carlo De Simone, dove Torquato si avvicina all'arte della ceramica realizzando copie di antiche maioliche italiane alcune delle quali vengono presentate all'Esposizione Internazionale di Londra del 1870.
Nello stesso anno si trasferisce a Roma dove apre un piccolo laboratorio nella sua casa di via Poli 88 e cuoce le sue ceramiche nelle fornaci trasteverine di Ignazio Lefevre, Pietro Borzelli e Ferdinando Giovannucci.
Negli anni aprirā studio in via Margutta 42, in via del Tritone 102 e ancora in Lungotevere dei Mellini 39.
Negli anni successivi compie numerosi viaggi di studio fra Pesaro, Faenza, Urbino e Venezia.
Nel 1873 partecipa all'Esposizione Universale di Vienna dove č premiato con medaglia di bronzo per le sue maioliche in stile rinascimentale e nel 1878 č presente all'Esposizione Universale di Parigi dove espone alcuni lavori ispirati agli stili bizantino, iznik ed ispano-moresco, lavori premiati con medaglia d'argento.
Nel 1881 alcuni suoi lavori sono presenti all'Esposizione Industriale Italiana di Milano e all'Esposizione della Ceramica Antica e Moderna di Roma.
Nel 1883 partecipa all'Esposizione Internazionale di Belle Arti a Roma e l'anno successivo č presente all'Esposizione Internazionale di Torino.
Nel 1889 presenta alcuni suoi lavori all'Esposizione di Torino e nel 1900 a quella di Parigi dove viene premiato con medaglia d'argento.
Nel 1902 Torquato Castellani partecipa, insieme alla figlia
Olga sua collaboratrice, alla Prima Esposizione di Arte Decorativa e Moderna di Torino.
Nel 1908 alcune ceramiche dell'artista, realizzate insieme alla figlia, sono esposte alla I Mostra Biennale Romagnola d'Arte di Faenza dove ricevono il plauso di
Giuseppe Mazzotti.
Le ultime ceramiche realizzate da Torquato Castellani risalgono agli anni che precedono la prima guerra mondiale.
Dopo un periodo di inattivitā Torquato Castellani, le cui ceramiche sono marcate con il monogramma delle sue iniziali e solo raramente per esteso, muore a Roma nel 1931.

www.museoascona.ch/esposizioni.php?c=passate&esp_id=20&art_id=22&p=artisti

www.treccani.it/enciclopedia/castellani_(Dizionario_Biografico)/