home

indice ceramisti

indice fabbriche

Mario RAIMONDI QUOTAZIONI

Lo scultore, ceramista e decoratore, Mario Raimondi, fratello maggiore del pittore e ceramista Giacomo, nasce a Torresina, in provincia di Cuneo, nel 1899.
Tra il 1930 e il 1931 si avvicina alla ceramica lavorando come decoratore a Vado Ligure presso lo studio di
Arturo Martini che nel 1931 lo invita a partecipare come scultore alla Mostra dell'Artigianato Italiano presentata dell'E.N.A.P.I all'Esposizione di New York.
Negli anni successivi collabora con la manifattura albisolese "
I.L.S.A." sotto la direzione di Ivos Pacetti.
Nel 1935 partecipa con alcune terrecotte al concorso genovese "Sogni di Madre".
Nel 1936 tiene una personale di ceramiche presso l'ex sede della Banca Nazionale del Lavoro di Savona.
Mario Raiomondi presente alla VII Triennale d'Arte di Milano, insieme a
Nino Strada e Agenore Fabbri, con alcune ceramiche di carattere arcaico e novecentista realizzate presso la manifattura genovese "I.L.S.A.", sotto la direzione artistica dello stesso Nino Strada.
Nel 1937 alcune terrecotte ceramicate dell'artista figurano nella IV Sindacale savonese e nel 1938 espone una versione riflessata della scultura l'Adolescenza, realizzata presso la "I.L.S.A.", alla rassegna sulla ceramica ligure tenuta a Roma a cura dell'E.N.A.P.I (Ente Nazionale per l'Artigianato e le Piccole Imprese).
Nel 1941 tiene una personale, insieme ad Ivos Pacetti, presso il G.U.F. di Savona.
Negli anni Quaranta la sua opera si caratterizza per gli spiccatti caratteri post-impressionistici e realisti.
Nel 1952 viene chiamato da
Ugo Michielotto a collaborare, insieme al fratello Giacomo, alla sua "Manifattura Ceramiche Italia" in Albissola Marina.
Mario Raimondi muore a Vado Ligure nel 1953.

  VIDEO
Ti racconto un quadro: Mario Raimondi