home

indice ceramisti

indice fabbriche

David SERVADEI  

Il ceramista faentino David Servadei, figlio del ceramista Dante e pronipote di Riccardo Gatti, collabora con il padre alla gestione della "Bottega Gatti" di Faenza dal 1972, anno della morte di Riccardo Gatti.
Dalla seconda metÓ degli anni Ottanta, divenuto titolare della fabbrica, riprende la vecchia tradizione di famiglia e apre le porte della manifattura alla collaborazione con alcuni grandi artisti come
Ugo Nespolo, Enrico Baj, Sebastian Matta, Alberto Burri e Arman.
Nel 1993 la "Bottega Gatti" ospita la pittrice romana
Giosetta Fioroni la quale realizza nelle fornaci di Davide Servadei alcuni dei suoi cicli di opere ceramiche quali "i Teatrini", "le Sedie" e "le Case" oltre ad alcuni piatti e formelle da muro.
Nel 1994 Ŕ la volta di
Luigi Ontani che si avvale della collaborazione di Servadei per la realizzazione di alcune sculture, ispirate alla figura classica, a grandezza naturale dal titolo "Ermestetiche", che vengono esposte nella sala personale che l'artista allestisce alla Biennale di Venezia.
Nel 1995 Ŕ nuovamente Giosetta Fioroni ad avvalersi della collaborazione di Servadei nella realizzazione del ciclo ceramico ispirato all'opera di William Shakespeare.
A partire da queso stesso anno anche
Giacinto Cerone si avvale della "Bottega Gatti" per la realizzazione delle sue ceramiche.
E' Presidente Nazionale di Confartigianato Ceramica.

www.cat.mag-news.it/nl/a.cfm?Ry.2.0.Sp.A.A.A.A