home

indice ceramisti

indice fabbriche

Gian Battista (Nanni)
VALENTINI
a
Acquista il cd-rom
"Quotazioni d'Asta"

In questa scheda
n.: 13 lotti

Compra questa scheda
"Quotazioni d'Asta"

Gian Battista Valentini, detto Nanni, nasce nel 1932, a S. Angelo in Vado, in provincia di Pesaro.
Nel 1945 inizia a frequentare la Scuola d'Arte della Ceramica di Pesaro e successivamente completa la sua formazione presso l'Istituto d'Arte Ceramica di Faenza, dove è allievo di
Angelo Biancini.
Verso la fine degli anni Quaranta lavora presso le manifatture per la produzione di maioliche artistiche "
Molaroni" e "Baratti" di Pesaro e poi, nel 1953, si iscrive all'Accademia di Belle Arti di Bologna.
Nei primi anni Cinquanta frequenta l'Istituto d'Arte G. Ballardini di Faenza dove conosce
Albert Diato, Carlo Zauli e Giuseppe Spagnulo.
Dopo un soggiorno a Parigi, dove frequenta gli studi di
Corneille e Asger Jorn, nel 1957 si trasferisce a Milano dove diviene assiduo frequentatore dello studio milanese di Carlo Zauli e con lui sperimenta le tecniche di cottura alle alta temperatura.
A Milano conosce i fratelli scultori Giò e
Arnaldo Pomodoro e Lucio Fontana, con il quale inizia un importante sodalizio.
Intorno alla metà degli anni Cinquanta apre un laboratorio di ceramica artistica in via Tiziano 44 a Bernate di Arcore (MI) dove collabora con Albert Diato ed
Ettore Sottsas.
Vince il premio Faenza nel 1956 con la maiolica policroma Fantasie, nel 1961 una coppa a smalto bianco e fasce brune e ancora nel 1976.
Nel 1958 collabora, insieme a
Franco Bucci, con lo studio ceramico di Federigo Fabbrini a Pesaro e nello stesso anno ottiene il I° premio al Syracuse Museum di New York.
Nel 1959 a Pesaro riattiva la vecchia fornace a legna della fabbrica "Molaroni" e collabora con Franco Bucci,
Paolo Sgarzini e Filippo Doppioni.
Nel 1960 vince il primo premio alla Triennale di Milano con la serie Natura realizzata in collaborazione con Luigi Massoni.
Nel 1961 insieme a Franco Bucci, Filippo Doppioni,
Nicola Amoroso e Roberto Pieraccini fonda il "Laboratorio Pesaro" che conduce con i soci fino al 1966.
Nel 1963 è per alcuni mesi attivo presso la fabbrica di ceramiche "
S.C.I." di Laveno.
Nel 1965 apre a Pesaro un negozio di ceramiche d'uso da lui disegnate.
Tra il 1966 e il 1967 collabora con la manifattura ceramica "
Mancioli & C" di Montelupo Fiorentino.
Nel 1967 tiene una personale di scultura e pittura al Salone Annunciata di Milano e nello stesso anno fonda
con Marco e Tina Terenzi, sua moglie, la manifattura "Arcore Ceramica".
Dal 1969 insegna arte in alcune scuole della provincia di Milano e all'Istituto d'Arte di Monza.
Nel 1972 espone al XXX° Concorso Internazionale della Ceramica di Faenza, all'International Ceramic del Victoria and Albert Museum di Londra e partecipa ad una collettiva di ceramica alla Galleria l'Uomo e l'Arte di Milano.
Negli anni successivi partecipa alle manifestazioni di Strasburgo, Tokio e Francoforte e nel 1976 è presente alla mostra Ceramique Contemporaine al Musée des Arts Decoratifs di Losanna.
Nel 1977 è vincitore del premio Faenza.
Nel 1982 è alla XL Biennale d'Arte di Venezia e nel 1984 tiene una personale al Padiglione di Arte Contemporanea di Milano.
Nel 1984 è invitato, tra i "Maestri della Ceramica", al Concorso di Faenza.
Nanni Valentini muore a Vimercate, in provincia di Milano, nel 1985.

  VIDEO
Palomar
   
   

http://assoc.ex-allievi.ballardini.blogfree.net/?t=3640289

www.laboratoriopesaro.com

www.galleriabianconi.com/it/artist-details.php?artista=14

http://fondazionearnaldopomodoro.it/artist/view/24/nanni-valentini?&lang=ita