home

indice ceramisti

indice fabbriche

VIRIO DA SAVONA QUOTAZIONI

Vittorio Agamennone, vero nome di Virio da Savona, nasce a Verona nel 1901
Intorno ai vent'anni esordisce in una collettiva di pittura allestita al ridotto del Teatro Wanda di Savona.
Si avvicina alla ceramica nel 1924 frequentando la fornace albisolese "
M.G.A." di proprietÓ della famiglia Mazzotti e successivamente collabora come scultore, modellatore e maiolicaro, intorno al 1925 con la manifattura di ceramiche artistiche albisolese "Alba Docilia" di proprietÓ di Adolfo Rossello.
Tra la fine degli anni '20 e l'inizio degli anni '30 lavora di nuovo presso la "M.G.A." sempre ad Albisola, realizzando, tra le altre, alcune opere di sapore futurista ispirate da
Tullio Mazzotti.
Gli anni successivi lo vedono in Francia, prima in Costa Azzurra e poi a Parigi e nel 1932 partecipa ad una collettiva alla Galleria Jeune Europe.
Rientrato in Italia nel 1933 tiene la sua prima personale a Savona e nel 1934 fonda il gruppo degli acquarellisti liguri con cui, due anni dopo, espone i suoi lavori alla I Mostra degli Acuarellisti Liguri allestita a Palazzo Rosso di Genova.
Nel 1938 ottiene la nomina di professore emerito dell'Accademia d'Arte Ligustica di Genova.
Nel 1942 partecipa alla Mostra Nazionale di Pittura di Roma.
Negli anni del dopoguerra apre a Biella la Galleria d'Arte "La Piccola" e pubblica alcuni articoli sulla "Rivista Biellese".
Nel 1957 si trasferisce ad Albissola dove lavora fino agli anni 80.
Muore ad Albissola Marina nel 1995

  VIDEO
Il Cenacolo degli artisti di Albisola

www.bibliotecafranzoniana.it/index.php?app=biblioteca&bibliotecaID=c860d03136a9c2122471803
a1347f581&mod=ricerca_anagrafiche_details&anagrafica_id=684

www.pittoriliguri.info/pittori-liguri/virio-da-savona-agamennone-virio

www.signoriarte.com/artisti/v/virio-agamennone-virio-da-savona/