home

indice ceramisti

indice fabbriche

Adelina ZANDRINO QUOTAZIONI

Pittrice e ceramista nasce a Genova il 19 settembre 1893.
Dopo gli studi di pittura compiuti allieva di Federico Maragliano e Giuseppe Pennasilico esordisce nel 1913 alla Mostra Internazionale d'Arte Femminile di Torino e nello stesso anno tiene la sua prima personale a Rapallo.
Successivamente, dal 1914 al 1915, si trasferisce a Parigi con il padre giornalista e critico teatrale e qui si afferma come costumista e illustratrice.
Nel 1918 prtecipa all'Esposizione Nazionale di Brera
Esegue i primi lavori in ceramica all'inizio degli anni Venti nei laboratori albisolesi de "La Casa dell'Arte" e della "Fenice".
Partecipa con alcune importanti opere alla Prima Mostra di Arte Decorativa di Monza del 1922 e a quella della Promotrice di Genova dello stesso anno.
Nel 1926 presenta una personale a Genova.
Nel 1927 alcune ceramiche della Zandrino, realizzata presso la manifattura di ceramiche artistiche albisolese "LaCasa dell'Arte" di proprietÓ di Giuseppe Agnino e dei fratelli Giulio e Angelo Barile, vengono esposte alla Biennale di Monza.
Nel 1930 ottiene una medaglia d'argento alla Mostra Nazionale di Arte Femminile, per la quale realizza anche un manifesto, allestita al Castello Sforzesco di Milano.
A partire dall'inizio degli anni Trenta collabora con la manifattura ceramica albisolese "M.G.A.".
Nel 1932 tiene a Genova una personale di ceramiche e dipinti.
Nel 1936 prende parte, con un gruppo di terrecotte policrome, in parte acquistate dal Re Vittorio Emanuele III, da Mussolini e dai Comuni di Genova e Milano, alla IV Triennale d'Arte di Milano, dove viene premiata con una medaglia d'argento.
L'anno successivo espone, ottenendo una medaglia d'oro, alcune opere in terracotta policroma smaltata, eseguite presso la "Soc. An. Ceramiche Piccinelli", nel padiglione di Arte Decorativa Italiana dell'Esposizione Internazionale di Parigi.
Nell'arco degli anni Trenta collabora, realizzando alcune piccole sculture in terracotta, con la fabbrica di ceramiche "Tonet" di Genova Sturla.
Nel 1938 presenta una personale di dipinti e terrecotte alla Galleria Gianferrari di Milano e nel 1942 partecipa alla Biennale di Venezia.
Nel 1944 e nel 1946 la galleria Ranzini di Milano ospita due sue personali e nel 1950 partecipa all'Esposizione d'Arte Sacra di Roma.
Dagli anni '50 la sua produzione Ŕ quasi sempre rivolta alla raffigurazione religiosa.
Adelina Zandrino muore a Genova nel 1994.

www.pittoriliguri.info/pittori-liguri/zandrino-adelina/

www.cartantica.it/pages/adelinazandrinodecoz.asp?autore=246

http://illustrautori.blogspot.it/2011/01/adelina-zandrino-1893-1994.html

http://it.wikipedia.org/wiki/Adelina_Zandrino

http://blog.trud.ru/2435871/post88061705

www.comanducci.it/dett_art.asp?n=ZANDRINO%20Adelina&Index=872728&da_rotatorio=no