home

indice ceramisti

indice fabbriche

ZACCAGNINI
(Ugo Zaccagnini & Figli - Soc. An. Ceramiche Zaccagnini Urbano - S.p.A. Zaccagnini - Zaccagnini Ceramiche Artistiche)

a
Acquista il cd-rom
"Quotazioni d'Asta"

In questa scheda
n.: oltre 100 lotti

Compra questa scheda
"Quotazioni d'Asta"

La manifattura ceramica "Ugo Zaccagnini & Figli" viene fondata da Ugo Zaccagnini, ex dipendente della "Richard-Ginori", a Sesto Fiorentino nel 1905.
La prima produzione della ditta Ŕ incentrata sulla produzione di maioliche e terraglie di tipo storicista spesso ispirate agli antichi modelli dei Della Robbia.
L'azienda, con la quale collaborano i cinque figli di Zaccagnini
Urbano, Pietro, Prisco, Adele ed Enrichetta, nel 1912 si trasferisce a Firenze dove inizia una produzione di maggiori volumi che presenta a numerose edizione della Triennale e della Fiera Campionaria di Milano e alle Mostre dell'Artigianato di Firenze.
Negli anni Trenta collaborano con la manifattura lo scultore
L. Contini.
Tra i ceramisti di rilievo che hanno lavorato per la manifattura ricordiamo anche lo scultore
Fosco Martini che realizza, intorno alla metÓ degli anni Trenta, numerose ed interessanti ceramiche raffiguranti animali e il pittore su maiolica U. Ciardella.
Nel 1936, dopo la morte del fondatore, la manifattura cambia ragione sociale e si trasforma in "SocietÓ Anonima Ceramiche Zaccagnini" con sede in piazza Pier Vettori 10, Firenze e l'incarico di amministratore delegato e di direttore artistico viene affidato al maggiore degli eredi Urbano.
Nello stesso anno, grazie i capitali immessi nella societÓ dall'industriale Aristide Loria, la ditta diviene SocietÓ per Azioni e investe in ammodernamenti e capacitÓ produttive.
Nel 1937 nella manifattura lavorano, tra ceramisti ed amministrativi, oltre 120 dipendenti e la fabbrica inizia ad esportare i propri manufatti negli Stati Uniti.
E' della seconda metÓ degli anni Trenta la collaborazione con la manifattura di numerosi artisti tra cui:
Mario Bandini, Ottorino Palloni, Maurizio Tempestini, Gino Pozzi e Leopold Anzengruber.
Alla fine degli anni Trenta la Walt Disney affida alla "Zaccagnini S.p.A.", che in quegli anni ha sede in piazza Pier Vettori 10 a Firenze, la realizzazione in ceramica dei personaggi dei propri cartoons.
Nel 1950 alcune ceramiche della ditta, tra cui una serie di piatti, vengono esposte alla
Mostra dell'Artigianato Italiano del Brooklyn Museum di New York.
Negli anni Cinquanta viene inserita nella produzione una line artistica ispirata all'astrattismo, denominata "Svedese".
Nel 1958 Urbano Zaccagnini lascia la manifattura di famiglia e fonda la "
Urbano Zaccagnini Ceramiche Artistiche" che rimane attiva fino alla metÓ degli anni Sessanta.
La "S.p.A. Zaccagnini" Ŕ attiva ancora fino all'anno 2000.


Zaccagnini alla Coop.
Ceramisti di Gualdo T.

www.facebook.com/media/set/?set=oa.707797852694944&type=3

http://italianpotterymarks.freeforums.org/post2744.html

http://lucaboschi.nova100.ilsole24ore.com/2007/10/ceramiche-disne.html

www.facebook.com/pages/Zaccagnini-Ceramics-Collection/40065283375609

http://simonetta37.tripod.com/ceramiche/CERAMICHE5.html#zaccagnini

www.20thcenturyforum.com/t3095-zaccagnini-italy?highlight=italy