home

indice ceramisti

indice fabbriche

ZANOLLI, SEBELIN
e ZARPELLON
(Zanolli & Sebellin, Zanolli Ceramiche)
 

La manifattura viene fondata dai tre amici ed ex compagni d'armi Sebastiano Zanolli, Teodoro Sebelin e Alessandro Zarpellon, tutti e tre provenienti da famiglie di maiolicari, a Nove (Vicenza), in via Roma 70, nel 1921.
La produzione della fabbrica di ceramiche artistiche Ŕ costituita da oggetti in stile antico, ideati e realizzati soprattutto dallo Zarpellon, e moderno, modellati generalmente dal Sebellin.
Nei primi anni del secolo la manifattura si avvale della collaborazione di
Demetrio Primon.
Larga parte della produzione viene destinata all'esportazione in Inghilterra, nord Europa, Stati Uniti e Canada.
Negli anni Trenta lo stabilimento da lavoro ad oltre ottanta persone tra operai e maestri d'arte che realizzano oltre tremila modelli diversi.
Alla fine degli anni Trenta muore Alessandro Zarpellon e la manifattura, che marca la produzione con le iniziali "ZSZ", modifica la sua ragione sociale che diviene "Zanolli & Sebellin" mantenendo per˛ il marchio originario e recando spesso la firma del Sebelin, autore delle plastiche.
Negli anni della guerra con la ditta collaborano, tra gli altri, il fornaciaio
Oscar Carollo, il ceramista rifinitore Marco Pizzato ed Enrico Cacciaguerra, giÓ insegnante presso la scuola d'Arte di Nove.
Nel 1946 muore anche Sebastiano Zanolli e la ditta rimane di proprietÓ di Teodoro Sebelin.
Negli anni Cinaquanta la ditta si avvale della collaborazione del ceramista e designer
Pompeo Pianezzola.
Alcune ceramiche della manifattura sono conservate al Museo della Ceramica di Nove.
Nel 1954 la ditta passa agli eredi
Giacomo Zanolli e Paolo Sebelin e dal 1974 rimane di proprietÓ di Giacomo Zanolli.

www.zanolliceramiche.com/azienda.php