home

indice ceramisti

indice fabbriche

MOLLICA

quotazioni

L'antica manifattura napoletana "Mollica" viene fondata da Giovanni Mollica, figlio di Pasquale già ceramista presso la "Real Fabbrica Ferdinandea" e presso la "Giustiniani", nel 1842, in alcuni locali di via Santa Lucia.
Condotta dai figli di Giovanni,
Ciro, Achille e Alessandro, la manifattura diviene, alla fine dell'Ottocento, una delle più importanti del sud Italia eccellendo soprattutto nella fabbricazione di terrecotte a figure rosse o nere e di personaggi modellati a tutto tondo in terracotta rossa.
Nei primi anni del Novecento, e fino alla fine degli anni Trenta, la manifattura realizza una produzione di porcellane sul genere Capodimonte e utilizza per prima la lavorazione detta a "fettuccia" e i decori di fiori policromi a tutto tondo di sapore barocco.
Nella prima metà degli anni Venti collabora con la manifattura il giovane
Giuseppe Macedonio.
Nel 1927 la fabbrica mollica acquista alcuni degli stampi della produzione di
Guido Cacciapuoti e ne mette in produzione i modelli
Dall'inizio degli anni Trenta la gestione della manifattura passa a
Carlo Mollica che in breve ne modernizza la produzione realizzando interessanti lavori influenzati dal Novecentismo.
Negli anni Quaranta e Cinquanta escono dalla fabbrica vasellame, servizi per la tavola, trionfi di fiori e frutta e viene ripresa la lavorazione di figure a tutto tondo in porcellana e terracotta policroma.
A partire dai primi anni Cinquanta la ditta rinnova la tradizionale produzione in stile Capodimonte realizzando nuovi e originali soggetti, presto imitati dalle altre manifatture operanti sul territorio.
Il marchio della manifattura, che rimane attiva fino al 1978, è costituito da una lettera "N" azzurra coronata, utilizzato da molte manifattura campane e non solo, insieme alla scritta "Mollica". E' noto anche un marchio costituito dalla lettera "M" coronata.

FOTO
Cicogna
Piatto con pastorella
Pesci

www.abarte.it/index_file/CarloMollica.htm