home

indice ceramisti

indice fabbrica

Francesco RANDONE  

Francesco Randone, soprannominato il "Maestro delle Mura", nasce a Torino nel 1864.
Pochi anni dopo la famiglia si trasferisce a Roma dove, nel 1880, si iscrive alla Regia Accademia di Belle Arti, senza terminare gli studi.
Allievo del pittore Domenico Bruschi partecipa, nel 1886, al concorso per l'esecuzione di frutti in terracotta indetto dal Ministero per l'Agricoltura Commercio e Industria e ottiene una medaglia d'argento.
Nel 1890 apre uno studio all'interno delle Mura Aureliane, nella torre XXVIII, a Roma dove allestisce anche una scuola d'arte.
Nel 1894 viene nominato Conservatore delle Mura e gli viene assegnata la torre XXXIX, nel quartiere Ludovisi.
Nel 1895 costruisce, ricavandola dall'interno delle Mura Aureliane, una grande fornace e nel suo studio riunisce un cenacolo di straordinari artisti tra cui
Giacomo Balla, Giovann Prini, Ximenes, Vittorio Grassi e Biancale.
Affascinato dalle arti esoteriche partecipa alla SocietÓ Teosofica e si avvicina alla Massoneria.
Attratto dalla ceramica etrusca nel 1902, dopo oltre dieci anni di studi, ne svela i segreti e riesce a riprodurre i suoi primi buccheri con i quali partecipa a numerose mostre.
GiÓ dai primi anni del Novecento, insieme alla moglie
Marie Louise Fontaine, insegna ai figli, sin da piccolissimi, Horitia, Honoria, Yris, Saturnia, Lucilla, Belisario ed Hurania, l'arte della ceramica.
Nel 1911 presenta alla grande Esposizione Internazionale di Belle Arti di Roma la ricostruzione in terracotta delle Mura Aureliane e viene premiato con una medaglia di bronzo.
Nello stesso anno partecipa a mostre in tutta Italia ottenendo riconoscimenti a pesaro, Monza e Milano. E' inoltre presente a Parigi e a Barcellona.
Nel 1919 viene allestita, nelle vetrine del negozio di via del Tritone a Roma, una mostra con oltre 100 ceramiche frutto del lavoro di tutta la famiglia Rondone.
Nel 1921 partecipa alla I Biennale di Roma, nel 1923 alla I Biennale di Arti Decorative di Monza, dove Ŕ premiato con medaglia d'argento, e alla II Biennale romana, nello stesso anno fonda la rivista "Cronache d'Arte Educatrice" pubblicata fino al 1930.
Nel 1926 Ŕ a Firenze alla Mostra dell'Artigianato e delle Piccole Industrie, a Torino alla Mostra di Arti Decorative e nel 1928 partecipa alla II Mostra Nazionale della Ceramica di Pesaro.
L'anno successivo all'Esposizione Internazionale di Barcellona ottiene, con la Coppa della Tartaruga, una medaglia d'oro.
Nel 1930 partecipa alla IV Esposizione Internazionale di Milano e alla Triennale di Arti Decorative di Monza.
Nel 1931 espone a Parigi, alla Boutique Italienne, un vasto gruppo di ceramiche.
Francesco Randone muore a Roma nel 1935.

www.arteeducatrice.it/Storia_randone.htm

www.arteeducatrice.it/storia_famiglia.htm

www.museoascona.ch/esposizioni.php?c=passate&esp_id=20&art_id=33&p=artisti

www.enopress.it/enomarket-ita/brindarte/7323-LA%20CERAMICA%20DI%20RANDONE
%20E%20CAMBELLOTTI%20TRA%20ROMA%20E%20VETRALLA.html

www.roma2pass.it/mod/page/view.php?id=1676