home

indice ceramisti

indice fabbriche

Paolo ZOLI a
Acquista il cd-rom
"Quotazioni d'Asta"

In questa scheda
n.: 12 lotti

Compra questa scheda
"Quotazioni d'Asta"

Paolo Zoli, figlio del ceramista Carlo, nasce a Faenza nel 1885.
Formatosi come ceramista decoratore presso la manifattura ceramica faentina "
Fratelli Minardi" nei primi anni del '900, Paolo Zoli nel 1914 č tra i soci che rilevano, alla morte dei titolari, la manifattura, ma a causa dell'entrata in guerra dell'Italia, č chiamato alle armi e costretto a lasciare la fabbrica.
Paolo Zoli tornato a Faenza alla fine della pima guerra mondiale, dopo un breve periodo trascorso ancora alla "Minardi", apre nel 1919, insieme a
Pietro Melandri, Dino Fabbri e Amerigo Masotti, nei locali di proprietą della sua famiglia a Borgo Durbecco, la manifattura ceramica "La Faience" dove vengono realizzate sia ceramiche su forme e decori classici della tradizione faentina, sia opere orientate alla ricerca di nuove forme e decori di influenza secessionista e Liberty.
La societą ha vita breve, nel 1920 Pietro Melandri apre laboratorio in proprio, Dino Fabbri lascia Faenza e Amerigo Masotti cerca un lavoro da ceramista dipendente.
Nel 1921 Paolo Zoli, si ritrova unico proprietario di una fabbrica e in poco tempo riesce ad ampliare la produzione, che oltre a comprendere prodotti commerciali č costituita da lavori artistici di gran pregio, aumentare il numero dei dipendenti che nel 1924 diventano una ventina e l'anno successivo decide di ampliare la fabbrica.
Nel 1927 Paolo Zoli, in societą con il cavaliere Aldo Boari di Bologna e il commerciante di ceramiche forlivese Visani, tenta di riaprire, senza successo, la fabbrica faentina di ceramiche "
Trerč".
A causa della crisi economica mondiale, nonostante i tentativi di adeguarsi al mercato e la collaborazione durata due anni con
Francesco Nonni, nel 1930 la manifattura č costretta ad interrompere la produzione e a chiudere i battenti.
Paolo Zoli muore a Faenza nel 1960