home

indice ceramisti

indice fabbriche

Franceso SOLIMENE (primo del nome)  

Francesco Solimene (primo del nome), detto Don Ciccillo, figlio di Vincenzo (primo del nome) e fratello dei ceramisti Vincenzino e Antonio (primo del nome), nasce a Vietri sul Mare, in provincia di Salerno, nel 1912.
Figlio di una famiglia numerosa inizia giovane a lavorare con il padre, giÓ torniante a cottimo presso numerose manifatture della zona.
Successivamente Ŕ torniante presso la manifattura vietrese "
I.C.S." di Max Melamerson e nel 1936 viene trasferito, insieme a Vincenzo Procida e a Guido Gambone a Firenze presso la manifattura per la produzione di ceramiche artistiche "Cantagalli" con la quale Melamerson ha stretto un accordo di collaborazione.
Nel 1937 il padre e i fratelli rilevano la vecchia manifattura ceramica "Amabile" a Marina di Vietri e fondano la fabbrica di ceramiche "C.A.S." (Ceramiche Artistiche Solimene).
Tornato a Vietri nel 1939 Francesco Solimene collabora nella manifattura di famiglia fino al 1954, anno in cui  la fabbrica viene distrutta da un violento alluvione e si trasferisce nella sede provvisoria realizzata nei locali dell'ex fabbrica di ceramiche "
Musa" e, a partire dal 1965, negli stabilimenti della ex "Vetreria Meridionale Ricciardi", rilevati dalla famiglia Solimene e riconvertiti alla produzione ceramica.
Nel 1966 si ammala gravemente ma continua a lavorare esprimendo al massimo le sue capacitÓ artistiche, tecniche e creative
Francesco Solimene, detto Don Ciccillo, muore a Vietri nel 1979.

www.solimeneart.it/chi_siamo.php

http://vietriierieoggi.jimdo.com/biografie-grandi-maestri/francesco-solimene